Il Giardino del Principe

giardinodelprincipe

 

Il giardino del Casale di Teverolaccio si sviluppa su 6000 mq, fu voluto dal Principe Pignatelli di Tricase, uno degli storici proprietari del Casale, è stato completamente riqualificato a partire dal 2010, grazie ai volontari di Legambiente e attraverso numerosi campi di volontariato nazionale e internazionale.

Oggi il Giardino del Principe ospita il Giardino dei Sensi opera di grande valore paesaggistico, culturale e ambientale, realizzato in collaborazione con la facoltà di Architettura della SUN, AIAB Campania, il Club UNESCO, la Federazione Italiana Superamento Handicap. Il Giardino dei Sensi è un luogo imperdibile: un'opera d'arte sensuale, viva, un'attrazione per gli appassionati di giardini e luogo d'incontro per chiunque cerchi un'occasione per staccare dallo stress quotidiano. All'ombra della vecchia torre del Casale di Teverolaccio le siepi orlano le diverse aree che ospitano tematismi costruiti con l'obiettivo di "ispirare i sensi": ascoltare, vedere, odorare, sentire e persino gustare, perché il giardino del Casale si intreccia con gli orti sociali, inaugurati a settembre 2010 . Il Giardino è un percorso di scoperta e consapevolezza accessibile a tutti, un luogo protetto nel quale provare esperienze insolite di sperimentazione sensoriale e nuove opportunità di gioco e conoscenza.

Oltre al giardino dei sensi, il Giardino del Principe accoglie l'Ortaccio, 18 orti sociali condotti da pensionati del posto. Questi luoghi rappresentano i laboratori ideali per sperimentare nuovi approcci all'educazione ambientale e alla sostenibilità, ospitando gli alunni delle scuole che vogliono vivere un'esperienza diretta con l'ambiente, l'enogastronomia locale, le eccellenze dell'artigianato tradizionale, ma anche con la storia, l'arte e la cultura locale.

Grazie a questo progetto, all'interno del Casale si può finalmente vedere, sentire, ascoltare e vivere un'idea di tutela e valorizzazione di un bene prima abbandonato e oggi punto di riferimento per le progettualità ecosostenibili rivolte al territorio.

 giardino pianta