L'Educazione

educazioneambientaleEducare, dal latino educere: tirare fuori, condurre fuori. Educare, è chiaro, non vuol dire riempire un vuoto, impartire, colmare, compilare o correggere. Vuol dire ascoltare, farsi raccontare, rispettare, prestare attenzione, lasciare spazio. Educare vuol dire permettere ai ragazzi di vivere attivamente la propria crescita ed essere protagonisti del processo educativo attraverso esperienze dirette, fatte di errori e successi. In questo viaggio di conoscenza, i nostri esperti insegnano attraverso il “fare”, sostengono i ragazzi nel rimediare agli eventuali errori, incoraggiano immediatamente ulteriori soluzioni stimolando la creatività e l’iniziativa personale.

L'Educazione Ambientale

icona eduAMBÈ più difficile cambiare alcune piccole (e scorrette) abitudini che imparare ad assumere nuovi atteggiamenti. Tuttavia molti nuovi atteggiamenti non sono assimilabili se non eliminando quelli scorretti.

Per promuovere una nuova cultura dell’ambiente e stimolare un sentimento di cura per tutto ciò che ci circonda è necessario avviare, fin dai primi anni di vita, i bambini ad intraprendere percorsi di educazione ambientale. illust fruttetoEducare all’ambiente con competenza e strumenti opportuni stimola la capacità di distinguere quali sono gli atteggiamenti corretti e scorretti verso l’ambiente.

Gli esperti dei nostri Laboratori Didattici, avvicinano i ragazzi alle tematiche ambientali più significative e immediate stimolando la disponibilità alla partecipazione attiva, si accovacciano a misura di bambino per dare spazio ai suoi bisogni, per riconoscere la sua unicità per accrescere la sua gioia di imparare.

 

L'Educazione Alimentare

icona eduALISono diverse e numerose le evidenze che sostengono l’importanza di intervenire con urgenza per migliorare il grado di salute delle giovani generazioni e come questo sia legato ad una corretta alimentazione e alla pratica di stili di vita poco sani. La Dieta Mediterranea, riconosciuta come modello virtuoso di salute e Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 2010, possiede qualità alimentari uniche frutto di una storia del rapporto uomo-cibo basato su conoscenze culturali, ricchezze territoriali, senza trascurare i bisogni delle popolazioni e le risorse naturali. Valorizzare i prodotti tipici del territorio di appartenenza e promuovere una corretta alimentazione integrata a stili di vita sostenibili aiuta a vivere meglio e in salute.

NON LA SOLITA PAUSA PRANZO L'esperienza del pranzo, ne "La Tipicheria" dell’Ecomuseo Terra Felix, è essa stessa un’ attività didattica, che porta alla scoperta di sapori, colori e odori dei piatti della tradizione campana, che fa apprezzare i prodotti freschi e di stagione, e fa diventare consapevoli di ciò che si mangia.illust uva I prodotti di stagione, che i ragazzi vedono e toccano con mano negli orti del Casale diventano squisite e accattivanti pietanze. L'utilizzo di sola acqua da rubinetto naturalizzata e, a richiesta e solo d'inverno- spremuta d'arancia come bibita, insieme al divieto di utilizzare posate e piatti usa e getta, rappresentano un’esperienza pratica di applicazione della regola delle 4 R.

In Tipicheria si collabora alla raccolta di ortaggi e spezie per la preparazione dei piatti, si riducono al minimo gli avanzi e si partecipa alla separazione dei rifiuti e al compostaggio, si comprendono i cicli della natura e il "vero sapore" dei prodotti della terra.

 

 

Storia e Cultura

icona eduSTOCicerone diceva che “chiunque non fosse a conoscenza del proprio passato non avesse alcun futuro davanti a sé”.

Lo studio della storia è utile per capire la società in cui viviamo, l’uomo, i rapporti con i simili, con l’ambiente e, soprattutto, permette di comprendere come si sono sviluppate civiltà e popoli, non solo in ambito locale, ma anche europeo e internazionale; ci aiuta a comprendere gli sviluppi sociali dei nostri “antenati” e a capire il presente; è indispensabile per comprendere come siamo arrivati ad oggi e per non commettere più gli errori del passato. Solo attraverso la consapevolezza del passato si può guardare al futuro e trovare soluzioni condivisibili per migliorare il mondo in cui viviamo.illust portone

UNA STORIA DA VEDERE E TOCCARE La storia e la cultura di un popolo si impara meglio attraverso percorsi educativi che permettono un coinvolgimento attivo. Nello specifico la storia dell’Antica Atella, si vede e si tocca durante i laboratori organizzati nell’Ecomuseo Terra Felix.

Laboratori di scavo archeologico, di catalogazione dei reperti che raccontano usi e tradizioni, laboratori di ceramica, rendono i ragazzi veri protagonisti di una storia che li condurrà alla scoperta dei segreti del passato. Attraversando il medioevo nelle stanze del Casale di Teverolaccio, le glorie del Regno di Napoli con le nobili famiglie che hanno abitato in questi luoghi, i laboratori sui costumi d’epoca, sui mercati più importanti dell’Italia meridionale. Un vero viaggio nel tempo tra scoperta e meraviglie in cui è possibile sentirsi i personaggi principali.